Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

header1

2016 Giugno

Rocca Pietore (BL), 30-06-16
Al rientro dal lavoro con il trattore, probabilmente a causa della pioggia, P.D., 60 anni, di Rocca Pietore (BL), è uscito di strada in località Col di Rocca, finendo senza far rovesciare il mezzo in fondo alla scarpata sul greto del torrente. Scattato l'allarme verso le 15.30, sul posto sono stati inviati un'ambulanza e una squadra del Soccorso alpino della Val Pettorina, che hanno prestato le prime cure all'uomo, inizialmente incosciente, assieme all'equipe medica dell'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, sopraggiunto nel frattempo. Imbarellato, l'infortunato, che aveva riportato alcuni traumi sbattendo all'interno dell'abitacolo, è stato portato fino sulla strada per poi essere imbarcato sull'eliambulanza diretta all'ospedale di Belluno.

Alleghe (BL), 30-06-16
Scendendo dal lago del Coldai verso i Piani di Pezzè lungo il sentiero di Ru de Porta, un'escursionista finlandese, M.W., 69 anni, è scivolata su un tratto ancora innevato, infortunandosi a una mano. La donna, che si trovava con un compagno, è scesa ancora un po', poi per il male e per la paura, poco prima delle 14, ha contattato il 118, che ha inviato l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore. Individuata l'escursionista nella parte alta del sentiero, l'eliambulanza la ha recuperato con 70 metri di verricello per trasportarla all'ospedale di Agordo. Imbarcato allo stesso modo anche l'uomo.

Taibon Agordino (BL), 29-06-16
Una squadra del Soccorso alpino di Agordo è intervenuta oggi attorno alle 13.30 sulla strada sterrata che scende dal Rifugio Vazzoler verso la Val Corpassa. Un'escursionista americana di 60 anni, partita con il marito dal Rifugio Tissi diretta al Passo Duran lungo il tratto dell'Alta via numero 1, poco dopo aver imboccato dalla strada il sentiero sotto la Torre Trieste, aveva messo male un piede procurandosi un probabile trauma alla caviglia. I soccorritori hanno quindi raggiunto con il fuoristrada il bivio con la sterrata, dove la coppia era nel frattempo tornata e, dopo aver prestato le prime cure alla donna, la hanno caricata a bordo per trasportarla assieme al marito al pronto soccorso di Agordo.

Recoaro Terme (VI), 29-06-16
Alle 14.40 il 118 di vicenza ha allertato il Soccorso alpino di Recoaro-Valdagno per il ribaltamento di un escavatore in località Negraute. In una delle baite sopra la pista di motocross, infatti, durante i lavori in un prato ripido, l'escavatore su cui si stava muovendo D.L., 69 anni di Castelgomberto (VI), si è rovesciato investendolo. Una volta sul luogo dell'incidente i vigili del fuoco hanno sollevato il mezzo assieme ai soccorritori e l'uomo è stato spostato. Purtroppo il medico dell'eliambulanza di Padova, presente sul posto, ha solamente potuto constatarne il decesso. La salma è stata ricomposta e imbarellata, per essere trasportata in jeep lungo la sterrata fino alla strada, distante un quarto d'ora, per essere affidata al carro funebre.

Belluno, 29-06-16
Visita della Commissione regionale per la sicurezza del volo nella sede del Sasv, Soccorso alpino e speleologico Veneto, e del Suem di Pieve di Cadore. A seguito di una recente riunione tenutasi negli uffici regionali della Protezione civile a Marghera, la Commissione ha chiesto al Soccorso alpino un approfondimento tecnico, in seno agli adempimenti della Legge regionale numero 19 del 08 giugno 2012, “Norme per la sicurezza del volo nelle attività regionali di elisoccorso, di antincendio boschivo e di protezione civile”. Ieri mattina, quindi, si è tenuto un primo incontro nella sede del Sasv a Belluno, dove è stata illustrata la macchina organizzativa e operativa del Soccorso alpino. Successivamente la Commissione si è spostata all’ospedale di Pieve di Cadore, per potersi confrontare con la dirigenza del Suem 118 e per vedere da vicino la centrale operativa, un’eccellenza a livello Veneto, in cui, nel periodo estivo e delle festività natalizie, personale del Soccorso alpino collabora quotidianamente nella predisposizione degli interventi di emergenza in montagna e ambiente ostile assieme al personale del Suem. Erano presenti i rappresentanti regionali della protezione civile, del Servizio antincendio boschivo, del Servizio Cartografico e dei Servizi informativi, i referenti della ditta Inaer e della Casa editrice Tabacco, il dirigente del Suem 118 di Pieve di Cadore, nonché i vertici del Sasv.